Il Giro della Sardegna


Dove dormire

Albergo Castellinaria

Un tour coast-to-coast, includente anche la visita di alcune isole minori, e non solo! Attraverseremo trasversalmente l’Isola per due volte e dall’interno, lungo i rilievi più interni.

Tour emblema dello spirito dei Pastori in Moto, il giro della Sardegna vi accompagnerà per dieci giorni fra le innumerevoli spiagge che la nostra Isola ci regala. Raggiungeremo mete celebri, e spiagge quasi sconosciute. Il motociclista avventuriero,  amante dei lunghi viaggi in moto e ansioso di immergersi tra le radure per un aspro trekking, dopo una lunga cavalcata in sella, avrà pane per i suoi denti!

L’itinerario prevede la partenza da Olbia, da cui potremo visitare Tavolara, isola che secondo la mitologia greca rappresenta la nave dei Faeci, popolo di navigatori greci, la quale fu pietrificata da Poseidone con il timone rivolto verso il mare. A pochi chilometri, visiteremo quindi l’importante pozzo sacro di Sa Testa,  per poi intraprendere la meravigliosa strada litoranea diretti verso San Teodoro, Budoni Posada. Da qui, raggiungiamo Cala Liberotto, inoltrandoci nel famoso Golfo di Oroseicelebre per le sue spiagge note in tutto il mondo.

Lasciamo quindi il golfo di Orosei per intraprendere le innumerevoli curve della famosa orientale sarda, raggiungendo DorgaliUrzuleiTriei e infine Baunei, ove scaleremo l’altopiano del Golgo e, in cima, raggungeremo un rifugio laddove sarà possibile campeggiare o riposare su comode camere. Dall’altopano potremo inoltre accedere, attraverso molteplici trekking, ad alcune tra le cale più famose dell’isola: Cala GoloritzèCala MarioluCala BiriolaCala Sisine (vedi anche questo itinerario). Riposati e rigenerati, abbandoniamo la località magica del Golgo per procedere ancora verso sud, continuando a percorrere la SS125 per raggiungere LotzoraiGirasole ed infine Tortolì, laddove svolteremo per raggiungere la bella SS198, lasciando quindi la costa orientale. Raggiungiamo LanuseiSeuiSadali, laddove potremo visitare le cascate di Su stampu ‘e su turrunu (vedi questo tour). Degustiamo le delizie di Sadali, per riprendere la SS198 fino a dirigerci dolcemente verso il lago Flumendosa, che costeggeremo fino ad arrivare a Villanovatulo.

Da lì, raggiungiamo Nurallao, Nuragus per arrivare ai piedi della Giara di Gesturi (vedi questo itinerario). Poco distante, potremo visitare Barumini e il suo nuraghe Su Nuraxi, patrimonio dell’umanità. Continuiamo poi per TuiliPauli ArbareiLunamatronaVillanovaforruCollinas Sardara, affacciandoci nella pianura del Campidano. A Sardara, visiteremo il pozzo sacro di Sant’Anastasia, il Castello, nonché le miniere del Monreale; potremo inoltre concederci qualche ora nelle rinomate terme di Santa Maria de is Aquas.

Attraversiamo poi il Campidano facendo rotta verso la catena montuosa dell’Arcuentu (vedi questo itinerario) prendendo le indicazioni per Sant’Antonio di Santadi e costeggiando lo Stagno di Marceddì per ritrovarci nella costa occidentale. Da Sant’Antonio di Santadi procediamo verso Pistis, percorrendo una bella strada affacciata sul mare. Raggiunta l’immensa spiaggia dorata di Pistis, visitiamo quindi la casa del Poeta, vecchio ed enorme ginepro secolare. Ritorniamo poi verso l’asfalto per raggiungere Torre dei Corsari, laddove percorreremo una breve strada panoramica che ci condurrà alle famose dune, paesaggio desertico che caratterizza l’area (vedi questo tour)

Entriamo poi nel cuore della costa verde, fra numerose curve in mezzo alla macchia mediterranea che profuma di lentisco, ginepro e rosmarino. Proseguiamo verso Gutturu ‘e Flumini, quindi per Portu Maga, laddove si trovano stupende calette, per raggiungere in poco tempo il deserto di Piscinas e le sue grandi dune sabbiose, alcune alte anche cento metri: sono infatti le dune vive più grandi d’Europa. Nel cuore di Piscinas, attraverso una strada bianca che passa per due facili guadi, raggiungiamo l’immensa spiaggia per una rinfrescante nuotata. Lasciamo poi Piscinas per raggiungere Ingurtosu, piccolo villaggio minerario, che lasciamo per prendere la stupenda strada SS126, caratterizzata da un grande numero di curve che paiono concepite per l’uso motociclistico. Raggiungiamo Portixeddu Buggerru senza mai affrontare un rettilineo, per poi sostare alla bellissima spiaggia di Cala Domestica e a Masua, laddove potremo ammirare lo scoglio di Pan di Zucchero e la galleria di Porto Flaviaa picco sul mare.

Proseguiamo poi a sud incontrando Nebida, piccolo paese ubicato in cima alle scogliere e celebre anche per la sua bella passeggiata panoramica, che percorreremo. In questa zona, il pesce e il buon vino non mancano mai! Raggiungiamo poi Fontanamare, oramai entrati nella regione del Sulcis, laddove costeggeremo GonnesaBinduaIglesias, da cui raggiungeremo l’altopiano di Terraseo (vedi questo tour). Abbandoniamo un poco le curve per passare a PerdaxiusTrataliasIs Solinas, per raggiungere un altro splendido tratto desertico, quello di Porto Pino e delle sue bianche dune. Dopo qualche foto e un bagno, raggiungiamo Sant’Anna Arresi, quindi TeuladaDomus de Maria e facciamo tappa a Chia, per visitare le belle spiage di Sa ColoniaSu GiudeuCala Cipolla. Poco distante, potremo visitare anche la famosa spiaggia di Tuerredda. Proseguiamo poi per Pula, per una breve visita alla bella città di Cagliari per poi prendere la litoranea verso Villasimius. Raggiungiamo la spiaggia di Mari Pintau, quindi Geremeas, Solanas e infine la famosa spiaggia di Porto Giunco.

Da lì, raggiungiamo poi Costa ReiMuravera, per inoltrarci nel paesaggio di montagna dela catena dei sette fratelli. Costeggiamo Villasalto, ove giace il più importante giacimento antimonifero della Sardegna e un grande complesso minerario visitabile, quindi attraversiamo Armungia Ballao; raggiungiamo ancora Orroli, laddove potremo visitare l’imponente nuraghe Arrubiu. Percorriamo un lungo tratto attraversando NurriSerri TuiliNuragus, GenoniSenis. Costeggiamo il Monte Arci passando per i centri di MogorellaSiamannaOristano.

Da Oristano, raggiungiamo Cabras per visitare le statue dei giganti di Monte Prama, quindi la famosa spiaggia dai granelli bianchi di Is Arutas (vedi questo tour), ancora una volta nella costa occidentale, precisamente nella magia della penisola del Sinis. Lasciato il Sinis, raggiungiamo S’Archittu, spiaggia famosa per il suo arco roccioso meta di tanti tuffatori. Raggiungiamo poi CuglieriTresnuraghesMagomadas per poi sostare a Bosa, bella cittadina attraversata dal fiume Temo. A Bosa, visitiamo anche il castello Malaspina, il bel centro storico e, volendo, potremo visitare le belle località costiere di Cane Malu Cala ‘e Moro.

Lasciata Bosa, percorriamo una delle strade più ambite dai motociclisti di tutto il mondo, ovvero la strada panoramica Bosa-Alghero, 45 km di litoranea sospesa fra mare, montagna e panorami indimenticabili. Arrivati ad Alghero, raggiungiamo Stintino e la famosa spiaggia della Pelosa laddove, attraverso una breve tratta in traghetto, potremo raggiungere l’isola dell’Asinara e l’omonimo parco nazionale. Nell’Asinara, potremo anche visitare il famoso carcere.

Ritornati a Stintino, continuiamo lungo le strade litoranee per raggiungere CastelsardoSanta Teresa di Gallura, accanto alla quale potremo visitare la bella valle della Luna. Raggiungiamo ancora Palau per imbarcare le moto verso la Maddalena, ultima tappa del tour. A La Maddalena potremo visitare molteplici, incredibili spiagge, inclusa la celebre Cala Coticcio. Risbarcati a Palau, ritorniamo infine a Olbia, per concludere così un’avventura indimenticabile ed estremamente densa di attrazioni.

Potrai visitare

Potrai assaggiare

Mappa


Meteo

nov 25, 2017 - sab
Urzulei, Italia
poche nuvole
14°C poche nuvole
Vento 3 m/s, NO
Umidità 67%
Pressione 763.57 mmHg
Giorno Cond. Temp. Vento Umidità PressionePres.
sab nov 25
poche nuvole
24/12°C 3 m/s, SO 49% 739.89 mmHg
dom nov 26
cielo sereno
12/5°C 8 m/s, ONO 65% 740.34 mmHg
lun nov 27
cielo sereno
12/3°C 2 m/s, N 67% 745.23 mmHg
mar nov 28
pioggia leggera
14/6°C 2 m/s, OSO 66% 740.6 mmHg
mer nov 29
pioggia moderata
20/15°C 14 m/s, SO - 749 mmHg

Profilo Altimetrico

Il percorso ha un dislivello di 1309 m. Il 49% del percorso è in salita, il restante 51% in discesa.

Il Giro della Sardegna in 4/8/10 giorni

Distanza - Distance (Km)
Altitudine - Altitude (m)
Durata - Duration (giorni - days)

Vuoi unirti a noi?

Prenota ora!