Uatzo, la foresta attraversata dalla ferrovia

__________________________________________________

Un viaggio verso Tonara e la sua foresta attraversata dalla ferrovia!

Dalla partenza, attraversiamo Gonnostramatza, Gonnoscodina, quindi SimalaCurcurisFiguGonnosnò. Da Gonnosnò, prendiamo la strada comunale del Parco Costa Linus, attraversando completamente l’altopiano della Giara per ridiscendere a Genoni.  Da Genoni superiamo la frazione di Crastu, per poi raggiungere Laconi. Dopo una visita alla cascata maggiore nel Parco Aymerich, raggiungiamo i famosi menhir di Laconi: sa Perda Iddocca (sulla quale si racconta una leggenda – vedi qui) , quindi i dolmenmenhir di Corte Noa. Raggiungiamo, attraverso la stessa strada, il nuraghe di Genna ‘e Corte, fra i più maestosi del Sarcidano e uno dei pochi pentalobati. Proseguendo il lungo percorso sterrato, raggiungiamo infine Meana Sardo. A Meana potremo visitare il Nuraghe Nolza, sul quale è presente una scala che consente l’accesso alla parte superiore del nuraghe, dal quale si può anche osservare il panorama circostante.

Da Meana, attraversando solamente campagne, raggiungiamo la Foresta di Uatzo e la sua area pic-nic. Attraversiamo poi tutta la foresta fino a raggiungere Tonara così da visitare i suoi quattro rioni storici: ArasuléToneriTeliseri e il rione abbandonato di Ilalà. Da Tonara ridiscendiamo verso la foresta, seguendo il tracciato della ferrovia che la attraversa, fino a raggiungere Sorgono. Sorgono è posto nel centro geografico dell’isola ed è anche capoluogo storico di mandamento della subregione del Mandrolisai. Nel suo centro storico sono presenti molteplici esempi di architettura domestica aragonese ed è anche presente una fonte pisana del 1600, nel rione Funtana Lei.

A Sorgono potremo anche visitare il Nuraghe Lò, il protonuraghe Talei,  i menhir di Biru ‘e Concas, ove sono presenti allineamenti di anche 20 menhir, e la chiesa campestre di San Mauro, uno dei più estesi santuari campestri in Sardegna, ove sono anche presenti numerose cumbessias, piccoli alloggi destinati ai fedeli. Il santuario vanta anche il rosone gotico più grande della Sardegna.

Di ritorno, visitiamo Samugheo, ove è presente il castello di Medusa, scavato interamente nel marmo e a picco su una gola, e ove potremo anche visitare il Museo Unico Regionale dell’Arte Tessile Sardache raccoglie manufatti provenienti da tutte le zone dell’isola.

Potrai visitare

  • La cascata maggiore del Parco Aymerich Laconi
  • Gli imponenti menhirdolmen di LaconiSa Perda Iddocca  Corte Noa
  • Il nuraghe Genna ‘e Corte, uno dei più maestosi del Sarcidano, e fra i pochi pentalobati, Laconi
  • Il nuraghe Nolza, dotato di scala di accesso al piano superiore, a Meana Sardo
  • quattro rioni storici di Tonara
  • La fonte pisana  e il Nuraghe Lò Sorgono
  • Il castello di Medusa, a picco su una gola e scavato interamente nel marmo, a Samugheo
  • Il Museo Unico Regionale dell’Arte Tessile Sarda, Samugheo

Potrai assaggiare

  • Sa minestra cun lampazzu (minestra aromatizzata con l’erba romice), tipica di Sorgono
  • Is coccois de Casu, pasta fresca tipica di Tonara
  • Su Tzichi, pane tipico di Samugheo
  • I  vini doc Mandrolisai

Mappa


Ricerca siti archeologici


Nuraghe
Domus de Janas
Dolmen
Tombe dei Giganti
Menhir
Villaggi
Culto delle Acque

- Mostra nomi sui punti

Meteo

nov 21, 2017 - mar
Tonara, Italia
cielo sereno
11°C cielo sereno
Vento 6 m/s, NO
Umidità 71%
Pressione 765.07 mmHg
Giorno Cond. Temp. Vento Umidità PressionePres.
mar nov 21
cielo sereno
22/0°C 3 m/s, O 57% 730.06 mmHg
mer nov 22
cielo sereno
17/-1°C 1 m/s, S 48% 729.02 mmHg
gio nov 23
cielo sereno
18/0°C 2 m/s, SSO 47% 728.12 mmHg
ven nov 24
pioggia leggera
21/6°C 2 m/s, OSO - 750.45 mmHg
sab nov 25
cielo sereno
22/10°C 1 m/s, S - 750.69 mmHg

Profilo Altimetrico

Il percorso ha un dislivello di 981 m. Il 50% del percorso è in salita, il restante 50% in discesa.

Uatzo, la foresta attraversata dalla ferrovia

Distanza (Km)
Altitudine (m)
Tempo (h)

Vuoi unirti a noi?

Prenota ora!