fbpx

Come caricare i bagagli sulla moto



Noi stessi abbiamo pubblicato (e discusso agli eventi) riguardo la molteplicità di attrezzi ed equipaggiamento da avere con sé per viaggi in moto. La lista è lunga: finora, peraltro, abbiamo posto poco l’accento su un aspetto fondamentale, specie per viaggi con tratti in fuoristrada: l’essenzialità e la leggerezza.
Per viaggi brevi con percorsi misti strada-fuoristrada è importante tenersi il più possibile snelli: portare con sé il kit di pronto soccorso, il materiale d’emergenza, una piccola trousse attrezzi ottimizzata per leggerezza, il materiale per riparare uno pneumatico. 

Borse morbide o specifiche per dual-sport come le MOSKO, che combinano i vantaggi di borse rigide e borse morbide, possono aiutare a contenere il peso e sono concepite anche per l’uso fuoristrada sopportando vibrazioni, scuotimenti anche violenti, cadute garantendo al contempo l’impermeabilità del loro contenuto. 

 

Per esperienza, abbiamo imparato che è bene tenere i carichi pesanti il più in basso possibile, compatibilmente con il non esporre gli stessi ad ostacoli. Nella parte superiore della moto è bene lasciare gli oggetti leggeri o da prendere con rapidità senza procurarsi stress a ogni tappa tra complicate aperture e chiusure. 

 

Maggiore è il carico sulle borse, maggiore sarà il rischio di danneggiare borse, tracolle delle stesse e telaietti. Allo stesso modo, maggiore è il carico della moto, peggiore sarà il comportamento della stessa, specie in fuoristrada dove già le maxi-enduro richiedono tecniche particolari. 

 

Chi ha possibilità può agire sul precarico del monoammortizzatore per compensare il maggior carico di un viaggio. Dovendo sostituire il monoammortizzatore con uno più performante, nelle maxi-enduro è importante valutare la spesa per scegliere un modello con precarico regolabile idraulicamente (quindi agevolmente, senza l’uso di attrezzi specifici). 

 

Per legare le borse alla moto utilizziamo cinghie tipo le MOSKO Backcountry Cinch Straps, tra le più leggere e resistenti disponibili sul mercato. Non hanno elastici che possono danneggiarsi, le fibbie sono in metallo e possono utilizzarsi perfino per issare la moto, magari dopo un impantanamento fangoso. Un’altra alternativa sono le MOSKO Steelcore Locking Straps, che integrano un lucchetto di bloccaggio della cinghia, per stare più tranquilli quando la moto è incustodita per brevi periodi di tempo.

 

I classici elastici di fissaggio con ganci non sono né affidabili né sicuri, specie in caso di sgancio improvviso; tale circostanza può portare l’elastico a infortunare chi si trova in prossimità di esso o ad attorcigliarsi pericolosamente alla moto o alla ruota o a chi segue.

 

Anche affrontando viaggi con un passeggero, è importante ottimizzare peso e spazio evitando ridondanze. Per rendere  meno stressante il viaggio, inoltre, è bene dotarsi di borse interne sfilabili rapidamente, che consentano quindi di trasportare il contenuto (magari con tracolle) in modo agevole presso la tenda o la propria base.

Leave a Reply

×

Ciao!

× Ciao, domande riguardo gli itinerari?