fbpx

Pastori in Moto insieme a Is Perdas Agriturismo, Resort…

“La loro “Mission” è quella di dare visibilità alle strutture ed attività locali che per loro ubicazione non sono facilmente individuabili da tutti i viaggiatori. Questo permette di valorizzare l’alta qualità dell’offerta culturale, naturalistica ed enogastronomica sarda.
Un’opportunità unica e di grande rilevanza per i viaggiatori e turisti, ma anche e soprattutto per le attività stesse.”

Chi ha partecipato sa quanto è stata meravigliosa la tappa-aperitivo del Raid degli Oliveti 2019 da Is Perdas Agriturismo, Resort & Glamping Tents, a Gergei. Ebbene, ieri hanno pubblicato questo articolo. Siamo lusingati!

 

Leggi l’articolo

Riportare in vita una Honda NSR 125 del 1998

Avevamo proprio tempo da trascorrere, e così abbiamo deciso di riportare in vita la nostra Honda NSR 125 del 1998 con circa 20.000 km ferma da otto anni. Per avviarla abbiamo usato il nostro fidato avviatore agli ioni di litio TACKLIFE T6 di salvataggio, poi ci abbiamo montato la batteria al litio Magneti Marelli MM-ION-2, la stessa che utilizziamo anche con i Transalp. Il video è il primo della nuova playlist di…cazzeggio del nostro canale Youtube.

 

Regione Sardegna e Mototurismo…

…e noi, nella regione forse più vocata d’Italia (non che l’Abruzzo sia poi così meno: siamo sinceri), con una fra le più inferiori densità di popolazione, che facciamo?
La mossa abruzzese è buona. A costo quasi zero: ché se uno poi vuole andare dai congiunti o a pesca, in moto ci va. E se nel paese europeo con più immatricolazioni di motocicli, qualche sventurato ferma la moto in un paesino isolato a spender per diletto, cultura o palato, proprio male forse non è. Come per i cicloturisti.
Abbiamo taciuto per senso del dovere, affrontando una cancellazione totale delle attività. Se a qualcuno fa sorridere pensare che il mototurismo sia davvero disciplina sportiva, in un contesto dove ogni cosa, pur la più banale se ben fatta richiede studio, preparazione e pratica: il mototurismo è disciplina vasta, e la letteratura non manca. Un’attività sana, esperienziale per natura e che coinvolge sempre più persone e operatori. Vi stressiamo: ma ci crediamo; i numeri lo dimostrano. Riporre alla speranza che chi decide ci rifletta?

Uso di cambio e frizione

Partenza a parte, su strada l’uso della frizione (anche su moto senza cambio elettronico) non è strettamente obbligatorio su moto con frizione a bagno d’olio, anche se occorre un po’ di accortezza nel cambio marcia, specialmente in scalata. 

In fuoristrada, invece, la gestione della frizione è indispensabile per gestire avanzamento, velocità, trazione. Specie sui pendii o quando il percorso si fa più tecnico.

La leva di comando va regolata di modo che la mano possa stare ben ancorata sul manubrio e che l’innesto-disinnesto possano comandarsi usando solo due dita, l’indice e il medio, senza sforzi e senza dover muovere altre parti della mano. Una volta che la regolazione è ottimale, è bene esercitarsi a gestire il punto di innesto della frizione, così da poterla controllare con dolcezza (o decisione, in certi casi) ogniqualvolta necessario. E in fuoristrada, il dover armeggiare con la frizione accade piuttosto di frequente.

 

Il cambio marcia, su strada e in fuoristrada, va effettuato con dolcezza, evitando strattoni. Questi possono far perdere trazione e sono dannosi per motore e trasmissione. In fuoristrada, tenendo lo sguardo proiettato sufficientemente avanti, è necessario imparare a scegliere con anticipo la marcia da impiegare: se ci si trova davanti un pendio molto ripido, ad esempio, sarà necessario scegliere una marcia bassa adeguata alla propria moto. La scelta del rapporto da adottare dipende dai rapporti di trasmissione, dall’architettura del motore, dal peso della moto, e da tante altre variabili. Il modo migliore per imparare a gestire il cambio in fuoristrada è certamente la pratica

A questo scopo, sia le attività di training maxi-enduro a calendario, sia gli incontri tecnici e divulgativi (come i workshop del Motorcycle Touring Fest) sono preziose per arricchire conoscenze e acquisire più esperienza pratica in sella, insieme.

Rinnovate anche nel 2020 le offerte di Corsica Sardinia…

Per utilizzare la convenzione è sufficiente visitare l’apposito sito cliccando qui e creare un proprio codice cliente Corsica Club personale (clicca qui ) da associare, al momento della registrazione, al codice riservato ai soci di Pastori in Moto “117612001”.

La convenzione è valida su tutti i viaggi di linea effettuati dalla Compagnia sulle linee per Corsica, Elba e Sardegna (ad esclusione della tratta Santa Teresa-Bonifacio e vv.), per tutto il 2020. Lo sconto non è cumulabile con altre eventuali tariffe promozionali.

L’offerta prevede inoltre tariffe riservate (prenotabili telefonicamente o sul sito www.corsica-ferries.it), accesso prioritario alle offerte promozionali, adesione al programma di fidelizzazione Corsica Club.

Per tutte le informazioni e/o prenotazioni è possibile contattare la compagnia al numero 0238591989. 

 

La foto in evidenza è di proprietà di Corsica Ferries Sardinia Ferries.

Hotel per Motociclisti in Sardegna

Fin dalla pubblicazione del progetto, Pastori in Moto ha lavorato intensamente per costruire in Sardegna una rete di hotel per motociclisti amici del motociclista. I biker hotel di Pastori in Moto sono capaci di accogliere con servizi specifici e alta qualità. A differenza di risorse che radunano strutture per motociclisti che manifestano sole intenzioni, Pastori in Moto sceglie i biker hotel che rispettano un preciso e dettagliato codice di autodisciplina, soddisfando requisiti verificati attraverso sopralluoghi puntuali.


Ogni hotel non è soltanto pubblicato in una pagina; è invece parte attiva delle attività mototuristiche in Sardegna. Gli eventi di Pastori in Moto portano di volta in volta verso le strutture gruppi di motociclisti esperti e variegati, che aiutano la rete stessa a migliorare e ad affrontare con successo contesti sempre nuovi. Per questo, un albergo per motociclisti approvato da Pastori in Moto accoglie ogni ospite con entusiasmo e conosce perfettamente le esigenze di un motoviaggiatore come di un motociclista a corto raggio.

Gli hotel per motociclisti approvati da Pastori in Moto inoltre fanno riferimento alla rete capillare di meccanici, servizi per motociclisti, itinerari. Questo, affinché la Sardegna divenga un esempio mondiale per l’accoglienza e i servizi per motociclisti.

Per scoprire e scegliere un albergo per motociclisti per la tua prossima vacanza, consulta il nostro archivio in questa pagina.

Pastori in Moto per Dromos Festival 2019

Casta Diva

Indosso tuta. Come astronauti, investiti da brivido d’ignoto tragitto e arsura di corpo avvolto. Dieci
viaggi, due ruote. Tensione intima oltre il proprio finito, in un microcosmo infinitesimo. Scorrendo in
equilibrio sul lato oscuro del mondo interiore. Poi la meta, non fine del sogno, baglior di poesia
invece. E miti, luci chiare. Splendor d’ogni arte da viver soli e insieme al festival Dromos, inno alla
Casta Diva luna.

Consulta qui il programma dei motogiri per Dromos Festival 2019

Pastori, non pecore

Sì, ci chiamiamo pastori in moto. Perché uno di noi – pastore, e non solo in moto – così ci ha battezzati, una serata spumeggiante a nieddera oramai trincato. Però, a onor di chiarezza: i compagni d’avventura associati e simpatizzanti non sono pecore, ma pastori in moto anch’essi. Perché, ancor per franchezza, ciascuno viene quando vuole, se vuole e perché ha piacere a vivere le uscite. Fosse pel programma o pel gruppo, poco importa. Siamo felici se uno viene una volta l’anno e sta pei fatti suoi, se uno viene trenta volte l’anno e fraternizza, se porta con sé un panino, o porta con sé cibo locale da condividere. Qualunque la moto, purché ovviamente compatibile con gli aspetti tecnici del giro. Abbiamo solo a cuore il praticare mototurismo ruspante. Facendolo bene, certo: provando coniugare sempre meglio trastullo, cultura, nuove conoscenze. Scandendo tappe, imparando dagli errori, fronteggiando imprevisti d’ogne natura. Non esistono matrimoni, ché tanti tesserati sono pure parte attiva in motoclub o altre attività affini. Poi certo, chiaro: siamo umani. E le attività vanno avanti perché qualcuno partecipa. Ma siamo pure soddisfatti dei risultati raggiunti. Se poi vi sarà modo di alzar l’asticella della qualità e praticar la disciplina nel posto migliore e in modo migliore ben venga. Venite quando vi pare, se avete piacere. E dateci feedback, per tutto.

×

Ciao!

× Ciao, domande riguardo gli itinerari?