fbpx

Pastori in Moto per Dromos Festival 2019

Casta Diva

Indosso tuta. Come astronauti, investiti da brivido d’ignoto tragitto e arsura di corpo avvolto. Dieci
viaggi, due ruote. Tensione intima oltre il proprio finito, in un microcosmo infinitesimo. Scorrendo in
equilibrio sul lato oscuro del mondo interiore. Poi la meta, non fine del sogno, baglior di poesia
invece. E miti, luci chiare. Splendor d’ogni arte da viver soli e insieme al festival Dromos, inno alla
Casta Diva luna.

Consulta qui il programma dei motogiri per Dromos Festival 2019

Pastori, non pecore

Sì, ci chiamiamo pastori in moto. Perché uno di noi – pastore, e non solo in moto – così ci ha battezzati, una serata spumeggiante a nieddera oramai trincato. Però, a onor di chiarezza: i compagni d’avventura associati e simpatizzanti non sono pecore, ma pastori in moto anch’essi. Perché, ancor per franchezza, ciascuno viene quando vuole, se vuole e perché ha piacere a vivere le uscite. Fosse pel programma o pel gruppo, poco importa. Siamo felici se uno viene una volta l’anno e sta pei fatti suoi, se uno viene trenta volte l’anno e fraternizza, se porta con sé un panino, o porta con sé cibo locale da condividere. Qualunque la moto, purché ovviamente compatibile con gli aspetti tecnici del giro. Abbiamo solo a cuore il praticare mototurismo ruspante. Facendolo bene, certo: provando coniugare sempre meglio trastullo, cultura, nuove conoscenze. Scandendo tappe, imparando dagli errori, fronteggiando imprevisti d’ogne natura. Non esistono matrimoni, ché tanti tesserati sono pure parte attiva in motoclub o altre attività affini. Poi certo, chiaro: siamo umani. E le attività vanno avanti perché qualcuno partecipa. Ma siamo pure soddisfatti dei risultati raggiunti. Se poi vi sarà modo di alzar l’asticella della qualità e praticar la disciplina nel posto migliore e in modo migliore ben venga. Venite quando vi pare, se avete piacere. E dateci feedback, per tutto.

Contest Fotografico “Il Vero Pastore in Moto”

Regolamento del contest fotografico Facebook “Il vero Pastore in Moto”

Il contest fotografico “Il vero Pastore in Moto” (di seguito “Contest”) è promosso dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Pastori in Moto, C.F. 03729540926 con sede legale in Sardara (SU) –  in Via Varsavia 19 (di seguito “Pastori in Moto”).

Il Contest è disciplinato dal presente regolamento (di seguito anche solo “Regolamento”) che gli aspiranti partecipanti sono tenuti a consultare prima di partecipare.

1. Durata del Contest

Il Contest si svolgerà dall’8 aprile all’8 maggio 2019 sulla Pagina Facebook di Pastori in Moto

2. Modalità e requisiti di partecipazione al Contest

La partecipazione al Contest è libera e gratuita (salvo le eventuali ordinarie spese di collegamento a Internet necessarie ai fini della partecipazione stessa che saranno a carico di ciascun partecipante) e si svolgerà unicamente attraverso l’invio dello scatto attraverso la funzione Messenger di Facebook alla pagina di Pastori in Moto, che provvederà a pubblicarla nell’Album fotografico della pagina denominata “Il Vero Pastore in Moto – Contest Fotografico” (di seguito “Album”).

Per poter partecipare al Contest sarà necessario:

  • inviare una foto che cerchi di interpretare l’idea di mototurismo ruspante dei Pastori in Moto
  • che la foto non contenga altri marchi commerciali a esclusione di quello di Pastori in Moto, pena l’esclusione della stessa dal Contest.

È possibile, a discrezione del partecipante, aggiungere un titolo o una breve didascalia.

Si potrà partecipare con un solo scatto.

Possono partecipare al Contest tutte le persone fisiche maggiorenni che dispongono di un profilo Facebook. Le persone che non hanno ancora compiuto i 18 anni possono partecipare al Contest esclusivamente con l’autorizzazione dei genitori o del rappresentante legale.

3. Proclamazione vincitori e consegna premi

Al termine del periodo specificato all’articolo 1 del presente Regolamento, sarà proclamato vincitore l’autore dello scatto che avrà ricevuto più like alle ore 22.00 dell’8 maggio 2019. I like conteggiati come validi saranno solo quelli dati alla foto condivisa nell’Album sulla pagina di Pastori in Moto.

Il vincitore potrà partecipare gratuitamente alla seconda tappa del Maxi Enduro Trophy e una maglietta dei Pastori in Moto (valore totale economico: € 25.00)

La proclamazione del vincitore avverrà entro due giorni dalla data di chiusura del contest attraverso la pubblicazione della foto vincitrice sul profilo Facebook di Pastori in Moto. Il vincitore sarà contattato dallo staff di Pastori in Moto nei giorni successivi alla chiusura del Contest tramite la funzione Messenger di Facebook al fine di verificare la volontà di accettare o meno il relativo premio. L’accettazione del premio dovrà avvenire entro e non oltre 1 (un) giorno dalla notifica della vincita. In caso di rifiuto a ricevere il premio da parte del vincitore, verrà premiato il partecipante che, in base alle regole del presente Regolamento, si sia classificato immediatamente dopo il vincitore escluso.

Il vincitore del Contest non potrà contestare i premi assegnati, né richiedere il valore corrispondente in denaro o il cambio/sostituzione, per nessun motivo.

Il vincitore dovrà comunicare a Pastori in Moto i propri recapiti (nome e cognome, e-mail, recapito telefonico e indirizzo di spedizione) solo ed esclusivamente ai fini della consegna dei premi di cui al presente articolo.

In caso di accettazione e successiva mancata fruizione del premio per cause non imputabili all’Associazione, il premio si intenderà comunque assegnato. Il vincitore non avrà più nulla a pretendere. I premi verranno consegnati a mezzo posta o corriere direttamente all’indirizzo del vincitore. Poiché la consegna del Premio avviene tramite trasportatori/spedizionieri (corrieri, corrieri espressi o posta), nessuna responsabilità è imputabile all’Associazione in caso di consegna del premio, la cui confezione esterna sia stata evidentemente manomessa, rotta e/o rovinata. Pertanto s’invita il vincitore, o chi per lui è stato incaricato al ritiro del premio, prima della firma della bolla di consegna, a controllare accuratamente che la confezione del premio non rechi segni evidenti di manomissione, rottura o altro, tali da far presumere che il premio sia stato danneggiato in toto o in parte e/o sottratto totalmente o parzialmente. In caso di lecito dubbio, il vincitore ha facoltà di respingere il premio con motivazione scritta, oppure di ritirare il premio con riserva di verifica. Tale riserva deve essere indicata chiaramente sulla bolla di consegna. L’Associazione non si assume alcuna responsabilità in caso di mancato recapito dei premi dovuto all’indicazione di indirizzi o dati personali errati da parte del vincitore o per disguidi postali o in caso in cui si verifichino smarrimenti del tagliando, o gravi ritardi di consegna, a causa del servizio postale o logistico.

4. Diritti d’autore e utilizzo delle fotografie

Ogni partecipante al presente Contest cede a Pastori in Moto il diritto d’uso a titolo gratuito non esclusivo, senza limiti di tempo e spazio, delle fotografie scattate per le finalità di cui al presente Contest e caricate sul proprio profilo di Instagram o di Facebook. Pertanto i partecipanti autorizzano Pastori in Moto all’utilizzo e pubblicazione sui social, e/o su qualsiasi altro mezzo di diffusione, delle proprie fotografie scattate durante il Contest e condivisi sui predetti social. Ogni partecipante solleva l’Associazione da qualsiasi responsabilità, anche nei confronti di eventuali soggetti (anche minori) raffigurati nelle fotografie che, pertanto, dovranno rilasciare al medesimo partecipante il consenso all’utilizzo, pubblicazione e/o diffusione delle proprie immagini.
In ogni riutilizzo delle fotografie eseguito da parte dell’Associazione su Facebook, sarà citato l’autore con il proprio “nick name” utilizzato sul social o il proprio nome nel caso che l’autore stesso lo dichiari e ne faccia effettiva richiesta.
L’Associazione non sarà dunque responsabile per eventuali pretese e/o azioni di terzi tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, richieste di risarcimento o lamentele per violazione di diritti d’autore e/o d’immagine e per danni relativi al contenuto delle fotografie.

5. Responsabilità e garanzie dei partecipanti

Partecipando al Contest gli autori delle foto dichiarano automaticamente, ad ogni effetto di legge che:
1. le foto caricate ai fini della partecipazione al Contest: (i) non contengono materiale osceno, esplicitamente sessuale, violento, offensivo diffamatorio; (ii) non contengono materiale discriminante per sesso, etnia e religione; e (iii) non contengono materiale politico;
2. è responsabilità di ogni partecipante assicurarsi che la pubblicazione delle fotografie non sollevi alcun tipo di controversia legale, per la quale l’Associazione è sollevata da qualsiasi responsabilità.
Inoltre, i partecipanti dichiarano e garantiscono di essere titolari esclusivi e legittimi di tutti i diritti di autore, di sfruttamento (anche economico) e di riproduzione dei contenuti delle fotografie caricate, manlevando e mantenendo indenne Pastori in Moto da qualsiasi pretesa e/o azione di terzi che dovesse subire in conseguenza della violazione di quanto dichiarato, ivi incluse eventuali spese legali anche di carattere stragiudiziale.

6. Accettazione del Regolamento

La partecipazione al Contest comporta per i partecipanti l’accettazione incondizionata e totale delle regole e delle clausole contenute nel presente Regolamento, senza limitazione alcuna.

7. Varie

Il presente Contest, non è in nessun modo sponsorizzato, amministrato o associato a Facebook né ad altro social network. Il social network è utilizzato unicamente come veicolo tecnico di comunicazione. Qualsiasi informazione fornita dai partecipanti non sarà gestita da Facebook ma da Pastori in Moto.
Facebook non potrà essere ritenuto responsabile in caso di problemi. Ciascuno dei partecipanti solleva Facebook da qualsiasi responsabilità inerente alla sua fotografia.
Il Contest di cui al presente Regolamento non è soggetto alla disciplina dei concorsi e delle manifestazioni a premio rientrando fra i casi di esclusione indicati all’articolo 6 del D.P.R. 26 ottobre 2001 n. 430.

8. Mezzi usati per la pubblicizzazione del Regolamento

Il Contest sarà pubblicizzato conformemente al presente Regolamento mediante comunicazioni a mezzo internet ed eventuali altri mezzi ritenuti idonei dall’Associazione.
Per ulteriori informazioni e/o chiarimenti in relazione al presente Contest, i partecipanti possono scrivere alla pagina Facebook di Pastori in Moto. Il Regolamento è pubblicato sul sito dell’Associazione: www.pastorinmoto.org/.

9. Modifiche al Regolamento

L’Associazione si riserva il diritto di modificare le condizioni e le regole del presente Regolamento in qualsiasi momento della sua durata, se necessario per ragioni legate al contenuto, commerciali o tecniche. Ogni cambiamento sarà pubblicato dall’Associazione sul proprio sito web: www.pastorinmoto.org e sulla pagina Facebook di Pastori in Moto.

10. Informativa trattamento dati personali dei vincitori – Regolamento Europeo 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche riguardo il trattamento dei dati personali (“GDPR”)

Come richiesto dal Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali dell’Unione Europea (GDPR 2016/679, Articolo 13), prima di procedere al trattamento, gli aspiranti partecipanti sono informati che i dati personali conferiti ai fini della partecipazione al Contest sono oggetto di trattamento da parte dell’Associazione, sia in forma cartacea che elettronica, per le finalità di seguito indicate.

Titolare del trattamento – Titolare del Trattamento dei Dati Personali è l’Associazione Sportiva Dilettantistica “Pastori in Moto”, C.F. 03729540926 con sede legale in Sardara (SU) –  in Via Varsavia 19 . Tale soggetto potrà essere contattato per questioni inerenti il trattamento dei dati dell’Interessato, al seguente indirizzo e-mail: privacy@pastorinmoto.org.

Informazioni sul trattamento – I dati personali oggetto di trattamento vengono raccolti direttamente da parte di Pastori in Moto o da soggetti terzi da questa espressamente autorizzati, ovvero comunicati dall’Associazione a tali soggetti terzi per il perseguimento delle finalità di seguito descritte.
Finalità del Trattamento e Base Giuridica del Trattamento: Il trattamento dei dati personali conferiti avverrà in conformità alla vigente normativa in materia di Privacy. Pertanto, l’Associazione si impegna a trattarli secondo i principi di correttezza, liceità e trasparenza, nel rispetto delle finalità di seguito indicate, raccogliendoli nella misura necessaria ed esatta per il trattamento e consentendone l’utilizzo solo da parte di personale allo scopo autorizzato.
La base giuridica del trattamento si identifica nella esecuzione del presente Contest e negli obblighi al medesimo connessi e/o dal medesimo direttamente e/o indirettamente derivante (i.e. consegna del premio al vincitore)
Il trattamento avverrà in modalità cartacea e mediante strumenti informatici con profili di sicurezza e confidenzialità idonei a garantire in ogni momento la sicurezza e la riservatezza dei dati personali, nonché a evitare accessi non autorizzati agli stessi.
Lo scopo principale del trattamento dei dati personali forniti dai vincitori è la consegna dei premi agli stessi.
Natura del trattamento: il trattamento dei dati personali, per la finalità di cui sopra è strettamente funzionale al perseguimento delle relative finalità e non è necessario alcun il preventivo e specifico consenso da parte dell’Interessato. Il conferimento dei dati è facoltativo, tuttavia, l’eventuale rifiuto a fornirli o la comunicazione errata di una delle informazioni necessarie determina l’impossibilità di poter partecipare al Contest.
Modalità di trattamento e Periodo di Conservazione dei dati: il trattamento dei dati personali sarà effettuato con strumenti manuali, informatici e telematici, anche automatizzati, secondo i principi di correttezza, liceità e trasparenza, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati, nel rispetto di quanto previsto dalla vigente normativa. Il trattamento potrà essere altresì effettuato attraverso strumenti automatizzati atti a memorizzare, gestire o trasmettere i dati stessi e, comunque, sarà sempre eseguito nel rispetto della normativa di riferimento.
Il trattamento è realizzato per mezzo delle operazioni indicate all’art. 4, n. 2, del GDPR, cui si rimanda per ogni utile finalità. I dati personali saranno conservati per il tempo previsto dalla normativa applicabile o comunque per un periodo di tempo non superiore a quello necessario al conseguimento delle finalità sovra indicate.
Ambito di conoscibilità e comunicazione dei dati: i dati potranno essere comunicati a società terze fornitrici di servizi in qualità di autonomi Titolari e/o di Responsabili nonché a soggetti a cui la facoltà di accedere ai dati personali sia riconosciuta da disposizioni di legge, di regolamento, ovvero da ordini impartiti da Autorità a ciò legittimate dalla Legge.
I dati personali conferiti, qualora sia necessario per la finalità sopra descritta, saranno portati altresì a conoscenza dello staff di Pastori in Moto. L’elenco completo dei soggetti a cui i dati personali sono stati o potranno essere comunicati è a disposizione dell’Interessato, previa richiesta da effettuare tramite e-mail all’indirizzo privacy@pastorinmoto.org.
Trasferimento dei dati all’Estero: la gestione e la conservazione dei dati personali avverrà su server del Titolare e/o di società terze incaricate e debitamente nominate quali Responsabili Esterni del trattamento ubicati all’interno dell’Unione Europea. Il Titolare si riserva, tuttavia, di trasferire i dati personali verso un Paese Terzo sulla base delle decisioni di adeguatezza della Commissione Europea, ovvero sulla base delle adeguate garanzie previste dalla vigente normativa.

Diritti degli interessati: con riferimento ai dati trattati, l’Associazione garantisce all’Interessato la possibilità di esercizio dei diritti di cui agli Articoli 15, 16, 17, 18, 20, 21 del Regolamento, che conferiscono all’Utente la facoltà di:
• ottenere dal Titolare la conferma dell’esistenza di propri dati personali e, in tal caso, l’accesso agli stessi ed alle informazioni di cui all’Articolo 15 comma 1, tra cui avere conoscenza delle finalità del trattamento, delle categorie di dati personali in questione, dei destinatari o categorie di destinatari a cui i dati personali sono stati o saranno comunicati, in particolare se si tratta di destinatari situati in Paesi Terzi o Organizzazioni Internazionali e, quando possibile, il periodo di conservazione dei dati personali previsto oppure, se non è possibile, i criteri utilizzati per determinare tale periodo;
• ottenere dal Titolare la rettifica dei dati personali inesatti che lo riguardano senza ingiustificato ritardo, ai sensi dell’Articolo 16; tenuto conto delle finalità del trattamento, l’interessato ha il diritto di ottenere l’integrazione dei dati personali incompleti, anche fornendo una dichiarazione integrativa;
• ottenere dal Titolare la cancellazione dei dati personali che lo riguardano senza ingiustificato ritardo e il titolare del trattamento ha l’obbligo di cancellare senza ingiustificato ritardo i dati personali, se sussiste uno dei motivi indicati dal comma 1 dell’Articolo 17, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge;
• ottenere dal Titolare la limitazione del trattamento quando ricorre una delle ipotesi disciplinate dall’Articolo 18, comma 1;
• ottenere, ai sensi dell’Articolo 20, la portabilità del dato ossia ricevere in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da un dispositivo automatico, i dati personali che lo riguardano forniti a un Titolare del trattamento. L’Interessato ha altresì il diritto di trasmettere tali dati a un altro titolare del trattamento senza impedimenti da parte del primo Titolare cui li ha forniti qualora ricorrano le condizioni indicate dall’Articolo 20 comma 1, nonché il diritto di ottenere la trasmissione diretta da un titolare del trattamento all’altro, qualora tecnicamente fattibile;
• opporsi al trattamento, in tutto o in parte, ai sensi dell’Articolo 21. Qualora i dati personali siano trattati per finalità di marketing diretto, l’interessato ha il diritto di opporsi in qualsiasi momento al trattamento dei dati personali che lo riguardano effettuato per tali finalità, compresa la profilazione nella misura in cui sia connessa a tale marketing diretto.
L’esercizio dei diritti è possibile inoltrando una richiesta mediante posta raccomandata a Pastori in Moto A.S.D., C.F. 03729540926 con sede legale in Sardara (SU) –  in Via Varsavia 19 ovvero tramite e-mail all’indirizzo privacy@pastorinmoto.org.
Il Titolare del Trattamento si impegna a comunicare a ciascuno dei destinatari cui sono stati trasmessi i dati personali le eventuali rettifiche o cancellazioni o limitazioni del trattamento effettuate a norma dell’articolo 16, dell’articolo 17, paragrafo 1, e dell’articolo 18, salvo che ciò si riveli impossibile o implichi uno sforzo sproporzionato.
Si segnala, inoltre, che l’Interessato ha il diritto di revocare il consenso in qualsiasi momento senza pregiudicare la liceità del trattamento basato sul consenso prestato prima della revoca, ferme restando le conseguenze sovra indicate in merito ad un eventuale rifiuto a fornire tali dati personali ed ha il diritto di proporre un reclamo ad una Autorità di Controllo.
L’Associazione si impegna a rispondere alle richieste dell’interessato entro il termine di un mese, salvo caso di particolare complessità, per cui potrebbe impiegare al massimo tre mesi. In ogni caso, Pastori in Moto provvederà a dare evidenza all’interessato del motivo dell’attesa entro un mese dalla sua richiesta.
L’esito della richiesta sarà fornito all’Interessato per iscritto o su formato elettronico. Nel caso in cui l’Interessato chieda la rettifica, la cancellazione nonché la limitazione del trattamento, Pastori in Moto si impegna a comunicare gli esiti delle richieste ricevute a ciascuno dei destinatari dei suoi dati, salvo che ciò risulti impossibile o implichi uno sforzo sproporzionato.
L’Associazione precisa che potrà essere richiesto all’Interessato un contributo qualora le domande risultino manifestamente infondate, eccessive o ripetitive e che, a tal proposito, l’Associazione si doterà di un registro per tracciare le richieste di intervento.

Modifiche alla presente informativa: la presente Informativa potrà subire delle variazioni che verranno comunicate all’interessato. Si consiglia, quindi, di controllare regolarmente questa Informativa e di riferirsi alla versione più aggiornata.

La foto in copertina è di Stefano Ferrando 

Uno di noi è in difficoltà

Quasi tutti sanno che il progetto Pastori in Moto ha questo nome perché battezzato da Nicola, giovane pastore transalpista che, insieme al fratello Samuele, manda avanti la propria piccola azienda zootecnica con tante difficoltà. Questo, malgrado un’innata passione e il grandissimo senso del sacrificio, con ritmi che per chi fa altre professioni, spesso pure è difficile immaginare.
E ciò nemmeno basta, perché allo stato attuale a un pastore servono pure grandi doti da amministratore ed imprenditore. Ebbene, questi sono per i pastori sardi giorni di forte difficoltà, perché il prezzo attuale del latte sta mettendo in ginocchio un intero comparto, la cui situazione si fa più critica giorno dopo giorno.
Da amici e compagni di filosofia motociclistica, ci teniamo a diffondere la richiesta d’aiuto di Nicola e di tanti pastori sardi.

Il Complesso Profilo del Mototurista

Lanciarsi nei servizi per i mototuristi o aspiranti tali è opera ardita: il profilo del mototurista è complesso. E certamente non v’è letteratura di riferimento per classificarlo.
Dal poco che traspare dalla nostra modesta esperienza, chi ha o converge verso moto da turismo, lo fa perché ha già alle spalle grande esperienza motociclistica (e quindi non ha bisogno o non gradisce guide) o perché ricerca il gusto dell’avventura (e quindi, che gusto c’è – o meglio, è avventura viaggiare insieme a una guida?).
Ciò vale ancor più su strada: che ci vuole, con gli strumenti attuali? E se pure fosse, mi basta una cartina (e ci associamo . Figuriamoci se sono pure…sardo!
A volte, sembra quasi che nei gruppi di adventouring e viaggi in moto una buona fetta dei partecipanti siano…guide che cercano di vendere esperienze ad altre guide – ma ciascuna di esse dice di sé “Io? Non sono certo tipo da viaggio guidato!”.
Ebbene: è tutto vero.
Quindi che rimane? Un’impagabile soddisfazione, alle uscite, quando accade: ammirare i volti compiaciuti di motociclisti che avrebbero da raccontarci per decenni di viaggi in moto. Perché comunque, in fondo, dell’uscita – che non è un servizio, badate ma più che altro una condivisione di sofferenze  ne era valsa la pena.

La foto è di Stefano Ferrando!

Alla prossima!

Sardegna, vero paradiso dei turisti in moto

Negli 11 mesi del 2018 il mercato della moto ha avuto incrementi a doppia cifra (fonte: Rivista Motociclismo) e le moto in testa alla top-ten immatricolazioni sono tutte da turismo o sport-touring; l’extra alberghiero in Sardegna ha fatto registrare la scorsa estate un incremento medio del 33% (fonte: osservatorio del nostro partner Associazione EXTRA). Perfino Tucano Urbano ha presentato la nuova linea turismo T.UR. e le iniziative di Adventouring e Discovery si moltiplicano.

Che significa? Che tantissimi, da tutto il mondo, non vedono l’ora di vivere le emozioni che il mototurismo sa offrire. Figuriamoci in Sardegna, per noi la più vocata in Italia per morfologia e i profili della rete stradale sarda (su asfalto e su sterrato!), le coste, la varietà incredibile di contesti naturalistici dell’interno, la possibilità di fermar il ferro ed assaggiare in ogni paese qualcosa di tipico e sempre distintivo. Tra lorighittas, casu in filixi, crannazza e un’infinità di altre eccellenze.
Noi ce la stiamo mettendo tutta. Giorno dopo giorno ci impegnamo per alzare l’asticella di un poco. E pure lungo le uscite, questo traspare: la compagnia è sempre più vasta, variegata, stimolante e preparata. Pur con lo spirito per campagna che non rinnegheremo mai. E se del cicloturismo la RAS – Regione Autonoma della Sardegna ha compreso la strategicità, noi crediamo che stesso valga, almeno in pari misura, anche per le moto.

365 giorni di zappa!

Si conclude oggi il nostro anno sociale. E con un chilometraggio emblematico: 365. Giorni intensi per noi, vissuti uno dopo l’altro zappa alla mano. Ad aggiungere ogni dì un mattoncino. Per costruire un sogno che, per quanto platonico, qualcosa di tangibile ha lasciato.
Non solo la giornata odierna, stupenda per viaggio, compagnia fraterna e stimolante (grazie Cilindri e Forchette!), trattamento regale di Elena e Laura di Agri Pedru Caddu.
Quest’anno ha lasciato pure la forza di quasi ottanta amici decisi a vivere la moto con spirito…beh, lo spirito dei pastori in moto lo conoscete.
Quest’anno ha lasciato più di trenta avventure, tutte concepite offrire qualcosa di nuovo: scorci appaganti, profumi, sapori, rilassamento, fango, curiosità su ciò che la Sardegna è capace di offrire.
Ha lasciato pure imprecazioni – e tante – così come qualche ruga, forse.
Ha offerto decine di nuove collaborazioni con amici e partner eccellenti, lezioni apprese a suon d’errori, pure in sella.
Ma tutto sommato, calcolatrici accantonate – per noi il bilancio è chiaro e tracciato: gli utili sono incalcolabili.
Domani la zappa ci aspetta ancora – ché presto arriva il calendario 2019.
Intanto? Intantu gratzias. A totus!

Atrus annus

Raccomandati da Petit Futé 2019!

Petit Fute è una fra le più importanti guide turistiche francesi, se non la più importante. Ebbene, Petit Futé ha deciso di raccomandarci ai turisti e mototuristi francesi. Ciò significa che compariremo nella guida Sardaigne 2019 (che non è quella in foto)!

Speriamo di portare tanti francesi per campagna ?!

Raid degli Oliveti 2018 e Regione Sardegna

Una simbolica, ma grande soddisfazione che ci dà più forza di perseguire il nostro sogno: la RAS – Regione Autonoma della Sardegna ci ha riconosciuto il patrocinio non oneroso per il Raid degli Oliveti 2018.
In effetti, il Raid sarà sì occasione per far qualche risata su un percorso mozzafiato – ma ha pure lo scopo di diffondere la cultura del mototurismo e mostrarne efficacemente i vantaggi, anche quelli a carattere destagionalizzante e culturale nel contesto sardo, tra i più vocati e promettenti al mondo.
Ora bando ai concetti altisonanti, comunque. Ebbe’!

Navigazione Off-Line di tracce GPX con il telefono

Dato che più amici di scorribande ci hanno domandato consiglio per navigare tracce personalizzate KML/GPX utilizzando il telefono anche in assenza di rete: eccovi due righe in tal proposito. Prima di procedere, tuttavia, rammentate: dotatevi di una custodia antipioggia, l’unica affidabile in inverno. D’estate, invece, occorre un supporto che garantisca ventilazione adeguata, altrimenti – perlomeno in Sardegna – sarà assai probabile che il telefono surriscalderà, talvolta anche al punto di spegnersi o comunque interrompere la navigazione.

  1. Scaricate la app OsmAnd, disponibile per iOS e Android.
  2. Apritelo e scaricate Mappe Sardegna (circa 75 MB).
  3. Ricercate la traccia nel telefono (ad esempio, nell’archivio zip inviato ai partecipanti al Raid degli Oliveti),  e cliccateci: vi verrà chiesto se aprirla con OsmAnd. Procedete.
  4. Scegliete “Importa come traccia GPX.
  5. Buona navigazione. E non date troppo peso alle indicazioni vocali, peraltro disponibili anche in sardo!

Per riaprire la traccia da OsmAnd: andate su Menù (tasto in basso a sinistra su schermata principale dell’app), scegliete “I Miei Luoghi“, quindi “Le Mie Tracce” ed ecco. Ah: per registrare la traccia ed esportarla in KML o GPX, potete utilizzare anche la nostra app-interfono ScAutio!

×

Ciao!

× Ciao, domande riguardo gli itinerari?